Cholarest, carciofo per il fegato


Estratti di foglie di carciofo hanno mostrato il loro potenziale come agente ipolipemizzante ed epatoprotettivo grazie ai loro componenti antiossidanti, sesquiterpeni e flavonoidi. Uno studio clinico pilota randomizzato in doppio cieco, controllato con placebo, ha reclutato 100 Pazienti di età maggiore di 18 anni con steatosi epatica (grado 1-3). Assegnati in modo causale da 200 mg (EFC standardizzato per contenere 2 mg di cinarina) ogni otto ore al giorno per due mesi (n=50) oppure il placebo (n=50). Rispetto al gruppo placebo, il gruppo EFC ha registrato una significativa riduzione dell'indice di massa corporea e circonferenza della vita. I risultati ecografici del fegato hanno rilevato un significativo miglioramento della gravità della NAFLD nell'81.6% dei Pazienti nel gruppo trattato con EFC e nel 5.0% dei Pazienti nel gruppo placebo. Rispetto al placebo, il trattamento con EFC ha portato a un aumento del flusso delle vene epatiche e una riduzione del diametro della vena porta e della dimensione del fegato. Nel gruppo EFC, i livelli di ALT e AST erano più bassi dopo due mesi rispetto a quelli del gruppo placebo. Miglioramenti sono stati osservati nei livelli sierici di acido urico, nel rapporto AST/ALT e nei punteggi APRI nel gruppo EFC rispetto al placebo. Il trattamento con EFC, rispetto al placebo, ha ridotto significativamente il colesterolo totale (P=0.001), colesterolo LDL e trigliceridi. Panahi Y, Kianpour P., Mohtashami R, et al. Efficacy of artichoke leaf extract in non-alcoholic fatty liver disease: A pilot double-blind randomized controlled trial. Phytother Res. 2018 Jul 32(7):1382-1387













#integratorealimentare #botanical #fitoterapia #cholarest #carciofo #cinara #fegato

96 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti