Dal Cardo attività nel tumore mammario


Il pungente Cardo (Cynara cardunculus L.), cugino del carciofo è noto in terapia per le sue proprietà eupeptiche, stomachiche, colagoghi; è tradizionalmente usato per alleviare disordini epatobiliari. Contiene cinarina, ad azione coleretica, silimarina, acido caffeico, vitamine del gruppo B, vitamina C, fibre e ricco in minerali (potassio). Precedenti ricerche attestano il potenziale anticancerogeno di estratti della pianta, recentemente uno studio ha basato il suo obiettivo sulla valutazione di un estratto liofilo da foglie e fiori della pianta a fini antiproliferativi di cellule cancerogene. Ingredienti attivi della pianta sono stati riscontrati in cinaropicrina e taraxasteril acetato dotati di potenziale anticancerogeno nei confronti di cellule di carcinoma mammario. Più potente l’effetto di estratti da foglie. L’estratto impedisce formazione di colonie per ancoraggio e crescita e regola attività di caspasi – 3 e mitosi. La caspasi-3 è una proteasi con gruppo cisteinico nel sito attivo; essenziale nelle cellule ai fini di attivarne l’apoptosi. La Cinaropicrina isolata non sviluppa tale attività, ma nell’estratto, si ritiene che contribuisca a generare un’azione antiproliferativa ipotizzado che l’estratto liofilo da foglie del Cardo e la cinaropicrina in esso contenuta siano elementi funzionali di contrasto nel tumore mammario.

https://www.etnopharma.com/product-page/cholarest






#integratorialimentari #nutraceutici #botanicals #fitoterapici #fitoterapia #etnofarmacologia #etnopharma #cholarest #cardo #mariano #carciofo #antitumorale #tumore #mammario

62 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti